Napoli

Napoli, itinerario tra i sapori partenopei

Napoli, itinerario tra i sapori partenopei

Quando si dice Napoli si dice Pizza, ma anche Caffè, Sfogliatella, Caprese e Babà. Insomma cercare di rimanere leggeri qui è impossibile. Appena atterrati a Napoli, dopo aver incontrato il nostro proprietario di casa (appartamento Il Canto di Partenope), la prima cosa che abbiamo chiesto e dove poter magiare delle tipicità napoletane.

napoli pizza

Napoli, ecco i locali migliori

Pizza. La Pizza è il piatto tradizionale napoletano più conosciuto al mondo, ma diciamocela tutta la pizza come la fanno a Napoli non la fanno da nessuna parte! I posti consigliati per mangiare la pizza tradizionale napoletana sono la Pizzeria Gino Sorbillo, l’Antica Pizzeria da Michele oppure la Pizzeria Starita. Ovviamente noi abbiamo scelto quest’ultima nel rione Mater Dei per la vicinanza alla nostra casa vacanze. Dire che è una vera esperienza è dir poco. Il servizio è impeccabile e velocissimo, la pizza buonissima, consiglio anche di assaggiare gli angioletti con la Nutella (pasta di pizza fritta immersi nella crema alla nocciola o pistacchio). Non è possibile mangiare nulla al di fuori di prodotti fatti con la pasta della pizza. Lo consiglio perché è un locale economico con una qualità di prodotto molto elevata. Eccezionale il fatto che non si può prenotare e che chi prima arriva ha il tavolo, per gli altri c’è l’attesa scandita dal profumo di pizza e dal rumore del megafono della proprietaria che chiama al tavolo la prossima famiglia in fila sul marciapiede. Costo della Margherita 4 Euro.

Caffè. Il caffè è buono ovunque a Napoli. Io mi sono concessa di berlo in uno dei caffè storici di Napoli, il Cambrinus. Questa caffetteria è situata in piazza Plebiscito (immensa e magnifica!), il costo del caffè al banco del bar è di €1,10. Il caffè è unico nell’aroma e nel profumo, la location è una location d’altri tempi con pareti e soffitti decorati e dorati. Il servizio è ineccepibile, per chi desidera una pastina (che poi tanto ina non è) hanno un banco pasticceria enorme. Dai babbà semplici a quelli farciti di panna, le sfogliatelle buonissime e freschissime e un assortimento di paste tipiche tra cui la pastiera napoletana. Se non avevo fatto colazione da poco, mi sarei sicuramente abbuffata. Una particolarità della caffetteria napoletana è il caffè alla nocciola, dicono che il più buono sia servito al Caffè del Professore, ma non siamo riusciti ad andarci 🙁 anche se dobbiamo aggiungerli al post sui caffè storici.

Le sfogliatelle, i babbà e la pastiera. Se la pizza e il caffè è obbligatorio assaggiarli a Napoli, è impossibile non essere attratti dai dolci napoletani. In primi la sfogliatella, così croccante e fragrante, il babbà così saporito e la pastiera dalla consistenza friabile. Si possono assaggiare un po’ ovunque in città ma di certo la pasticceria storica Capriccio di Salvatore Capparelli è da provare. C’è l’imbarazzo della scelta, tutti dolci della tradizione partenopea, un po’ lontani da quelli del nord effettivamente.

Napoli dolci

Napoli, dove dormire

Come ti ho anticipato abbiamo soggiornato in una casa vacanze situata nel rione Sanità, il Canto di Partenope. L’appartamento situato al quarto piano di un palazzo con ascensore, è articolato in due camere matrimoniale, due bagni con doccia e un soggiorno con angolo cottura e divano letto. Un piccolo terrazzino con tavolino e due sedie per godersi un po’ di sole in tranquillità all’aria aperta. Il proprietario è stato molto gentile e ci ha accolto in maniera egregia soddisfando tutte le nostre richieste, mille domande su cosa vedere in città. Fantastica la miniguida di Napoli che ci ha fornito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *