le chiacchiere

Le chiacchiere, dalla tradizione alla ricetta

Le chiacchiere, la tradizione culinaria del Carnevale

Le chiacchiere, i crostoli, le bugie o i cenci sono tutti lo stesso dolce, tipico del periodo di Carnevale. Da Venezia a Viareggio, da Napoli a Trieste questo dolce unisce tutte le tradizioni italiane. Ogni casa ha la sua ricetta, solitamente che è stata tramandata da nonna a mamma fino ad arrivare ai giorni nostri, dove molto spesso la pigrizia e la mancanza di tempo ci costringe a comprarle se va bene nelle pasticcerie se va male tra gli scaffali del supermercato.

Fritti, dorati con tanto zucchero a velo sono tanto amati dai bambini ma anche da chi come noi è un gran golosone. Hanno origine napoletana, dove sembrano essere nate per una voglia della Regina di Savoia, di certo è che non può esserci un Carnevale senza chiacchiere. Questo dolce, dalla facile preparazione, è conosciuto da tutti, tanto che in ogni casa nel periodo di febbraio vengono cucinate da mamme e nonne. Esistono due varianti, quelle fritte oppure quelle più dietetiche al forno, ma come da tradizione noi in casa cuciniamo sempre le chiacchiere fritte, alla linea ci penseremo dal prossimo lunedì 😛 . C’è chi poi le riempie di marmellata o di cioccolato, una vera goloseria.

Mi ricordo ancora mia mamma che passava ore per poter servire una merenda fatta in casa, naturale e senza conservanti. Vederla tirare i crostoli mi ha sempre affascinato, questa sfoglia così sottile quasi da esser trasparente, e ora che mi trovo io ai fornelli di casa, vedo che la mia piccolina che è attratta quanto me da questa ricetta.

le chiacchiere

Chiacchiere: la ricetta

200 gr di Zucchero semolato

50 gr di Burro

350 gr di Farina 00

2 uova

1 cucchiaio di Grappa

1 buccia di limone

1/2 bustina di lievito

le chiacchiere

Chiacchiere: il procedimento

Montare gli albumi a neve  ferma e separatamente i tuorli con lo zucchero. Aggiungere un pizzico di sale, la buccia di limone, il cucchiaio di Grappa e la mezza bustina di lievito in polvere per dolci.

Aggiungere un po’ alla volta la farina fino a formare un impasto elastico e far riposare l’impasto in frigo per almeno un’ora. Mettere a scaldare l’olio e nel frattempo tirare con il mattarello l’impasto fino ad ottenere una sfoglia sottile. Tagliare a rettangoli oppure fare i nodini e friggere in olio ben caldo. Servire con una spolverata di zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *