isola d'elba

Alla scoperta dell’Isola d’Elba

Sveglia all’alba, valigie fatte, manca solo qualche dettaglio da ultimare prima di partire, dopo Bled eccoci qui. La colazione è obbligatoria prima di imbarcarsi per raggiungere l’Isola d’Elba, ma si sa che appena montati ci sarà il tempo per un altro cappuccino e un’altra brioche al bar del traghetto, siamo dei veri caffettomani, lo sappiamo bene.
Inizia così la nostra avventura a due alla scoperta dell’Isola d’Elba tra natura, cultura e tradizioni locali.

Cosa fare all’Isola d’Elba

Isola d’Elba, si sa, fa rima con mare, le sue coste alternano spiagge dorate facilmente raggiungibili a coste frastagliate a picco sul mare. Particolari e meravigliose sono le piccole insenature dove si può arrivare unicamente con la barca, dove trovare qualche spiaggia poco battuta dai turisti, un vero paradiso per chi vuole vivere questa vacanza con la propria metà. Basta infatti un telo mare, una crema protettiva e la voglia di stare assieme nulla più. Da non perdere la Spiaggia Capo Bianco, la Cala dei Frati e la spiaggia Padulella.
Lungo la costa dell’Isola d’Elba è facile incontrare colonie di delfini e qualche capodoglio, trattenere l’emozione sarà impossibile davanti a questo spettacolo della natura che non smette mai di affascinare. Alle volte passano in branco al largo dell’isola, altre volte li si può vedere proprio sottocosta. Se non si ha la possibilità di andare a fare gli avvistamenti con la propria imbarcazione, dai principali porti dell’isola partono delle escursioni guidate per avvistare il popolo più amato del mare.
L’isola d’Elba non è solo mare, l’entroterra infatti è ricco di piccoli borghi romantici dove fare una passeggiata, a al tramonto, cenare al lume di candela o solamente mangiare un gelato per due. Portoferraio è la località principale dell’isola dove assaggiare qualche piatto locale cucinato a base di pesce fresco di giornata, molto belle sono anche Rio Marina e Porto Azzurro.
Quello che non ti aspetti da quest’isola è il parco minerario di Rio Marina, un vecchio giacimento di ematatite ora dismesso. E’ possibile visitarlo a bordo di un trenino che ti farà scoprire le parti più importanti del giacimento, raccontandoti lungo la strada ferrata la storia di questo parco minerario. Potrai visitare altresì il Museo Mineralogico dove vedere degli esemplari unici al mondo di minerali, ritrovati proprio in questo giacimento o semplicemente potrai esplorare questa zona facendo del trekking leggero.
Salire fino in cima al Monte Capanne con la funicolare è un’esperienza unica, da quassù è infatti possibile godere di un panorama a 360° dell’isola, specie nelle giornate di sole.

Quando organizzare una vacanza all’Isola d’Elba

Il periodo migliore è sicuramente quello che va da maggio a settembre, sia per le condizioni meteo favorevoli, sia per le temperature miti. E’ vero che visitare l’isola nel periodo primaverile o a ottobre permette di contenere molto i costi e di esplorarla senza la calca estiva dei turisti. Un plus che renderà l’esperienza qualcosa di realmente indimenticabile.

Dopo che ci sei stata una volta all’Elba viene voglia di tornarci, per fortuna è facilmente raggiungibile, un biglietto per due per il traghetto, un vestito leggero, ed è pronta una nuova avventura romantica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *